Bigdata42

"La risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto è 42. Se non vi sembra una risposta soddisfacente, è perché non conoscete la formulazione esatta della domanda".

Douglas Adams, "Guida galattica per gli autostoppisti" (The Hitchhiker's Guide to the Galaxy, 1978) video dall’omonimo film del 2005, regia di Garth Jenning.


Il nome del nostro team, Bigdata42, è un omaggio a questo passaggio dello scrittore Douglas Adams, in un’epoca di costante aumento sia della complessità legata alla crescita esponenziale dei dati, sia al bisogno di decifrarli per descrivere la realtà in cui viviamo.

Una mole di informazioni diverse chiamate nel loro insieme big data: campi di dati estesi per massa, velocità e varietà. Attraverso appositi metodi di analisi è possibile estrarne valore e significato per descrivere fenomeni come la Propaganda computazionale, i Politicalbots, le norme per la Privacy e la loro violazione, l’ansia di una Sorveglianza digitale, gli immensi scenari dell'Internet of Things.

I big data non hanno in sé una valenza positiva o negativa, la loro mole viene prodotta dalla nostra esistenza digitale tra vita e infosfera: la loro analisi permette di trarne riflessioni, utili nella vita quotidiana o in uno studio più articolato quando si comincia a sperimentare cosa accade se ci si muove tra big data, intelligenza artificiale e internet delle cose osservando, anche attraverso i social media, possibili scenari di un futuro che ci viene incontro più velocemente di quanto sia mai successo nella storia dell'essere umano.

Il team di Bigdata42 è confluito nell'osservatorio Oohmm.


Renato Gabriele, fondatore e ricercatore
Manuela Vacca, giornalista e ricercatrice
Giulia Seno, giornalista
Domenico Polimeno, ricercatore
Antonio Smeriglio, ricercatore
Norrin Radd, ricercatore
Gim Emaldi, ricercatore