Oohmm

Internet e dati per la democrazia online

L'Osservatorio condivide informazioni e ricerche con persone, comunità, soggetti decisionali pubblici o con finalità etiche.

Ci rivolgiamo anche a giuristi, sviluppatori, mediattivisti e a chi difende la privacy dell'individuo.

Oohmm, sbocciato grazie a Bigdata42, ha collaborato alla nascita di un canale internazionale per la raccolta e la condivisione dei big data, rilanciando l'approccio etico ai dati con DocumentNow e con la piattaforma Archive.org.
Sarà dunque questo il canale con cui l’Osservatorio condividerà dati e ricerche di interesse generale._

L'obiettivo è contribuire a contrastare la manipolazione e la censura, lavorare per la neutralità della Rete, esaminare le dinamiche della Propaganda computazionale usata per campagne di persecuzione, molestie, intimidazioni o massicciamente impiegata durante elezioni e referendum.

Il fenomeno è studiato anche da centri di ricerca internazionali, con cui Oohmm è in contatto e che ne confermano le dimensioni: oltre il 50% delle conversazioni più accese, online e nei social network, non è dovuto alle persone ma alle reti di account automatizzate (botnet), usate per influenzare la percezione di una discussione nel momento in cui gli scambi si moltiplicano.

La portata della sua influenza socio-culturale non è ancora del tutto compresa in Italia: sono infatti bot, manovrati da alcuni, la metà degli interlocutori, fan e follower che dibattono i temi più discussi sui profili social di politici, star del cinema o del rock, istituzioni pubbliche e altri soggetti particolarmente seguiti online, come tv, quotidiani e altri organi d’informazione.